CROAZIA
 
Croazia: tribunale respinge offerta di cauzione di Sanader, ex premier rimane in carcere
Zagabria, 06 ott 2015 14:33 - (Agenzia Nova) - Il Tribunale della regione di Zagabria ha respinto oggi l'offerta di cauzione calcolata in beni immobiliari della difesa dell'ex premier croato Ivo Sanader: lo riferisce oggi pomeriggio il sito del quotidiano "Jutarnji list". Secondo voci raccolte dalla testata, il consiglio del tribunale sarebbe rimasto "insoddisfatto" dal valore di due immobili offerti dalla difesa come garanzia per la scarcerazione. Sanader rimarrà pertanto in carcere fino a una nuova offerta della difesa. La Corte suprema croata ha annullato il primo ottobre la sentenza di condanna in primo grado nel caso Fimi media, ma ha imposto una cauzione pari a 12,4 milioni di kune, corrispondenti a 1,62 milioni di euro, per il pericolo di fuga.

La Corte suprema ha riconosciuto "errori procedurali" che hanno compromesso il diritto di Sanader ad un equo processo. La sentenza di condanna di nove anni per corruzione, emessa nell'ambito del processo Fimi media, è stata dunque annullata con la pronuncia di ieri sera. La Corte costituzionale aveva già annullato alla fine di luglio un'altra sentenza di condanna nei confronti di Sanader, quella emessa dopo il processo Hypo-Ina Mol. La Corte suprema, incaricata della decisione, aveva ordinato alcuni giorni fa l'esenzione del giudice della Corte della regione di Zagabria Ivan Turudic, che ha già celebrato il processo Hypo-Ina Mol, annullato in seguito. Turudic aveva condannato in quell'occasione l'ex premier Sanader a nove anni e mezzo di carcere.

Il terzo processo che vede coinvolto l'ex premier Sanader, quello relativo al caso Planinska, è attualmente sospeso per problemi di salute dell'ex capo dell'esecutivo di Zagabria. La decisione della Corte suprema che annulla la condanna in primo grado nel caso Fimi media arriva in un momento particolarmente critico sul piano politico, dato l'imminente inizio della campagna per le elezioni parlamentari e il fatto che la sentenza ora annullata aveva riconosciuto anche la responsabilità dell'Unione democratica croata (Hdz), il principale partito dell'opposizione ed ex schieramento dello stesso Sanader, per riciclaggio ed evasione fiscale. (Zac)
ARTICOLI CORRELATI