SIRIA
 
Siria: tribunale islamico riconosce sceicco colpevole di aver intascato riscatto cooperanti italiane rapite
Damasco, 05 ott 2015 14:20 - (Agenzia Nova) - Un tribunale islamico del movimento Nureddin Zenki ha riconosciuto colpevole lo sceicco siriano Hussam Atrash - uno dei rapitori delle due cooperanti italiane Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, sequestrate nell’agosto del 2014 nel nord della Siria - di aver intascato parte del presunto riscatto per la liberazione delle due giovani. Nureddin Zenki, che riunisce diverse fazioni tra cui il gruppo islamico sunnita curdo Ansar al Islam, ritiene che il leader ribelle abbia intascato parte del riscatto (circa 5 milioni di dollari) che sarebbe stato pagato per ottenere la liberazione delle due giovani italiane. Secondo quanto riferisce il “Siryan Center News”, l’uomo avrebbe gestito il sequestro tenendo le due ragazze in una sede del suo gruppo islamico nei pressi di Aleppo ed avrebbe trattenuto parte del riscatto ricevuto dando alle fazioni islamiche solo una parte della somma.
(Res)
ARTICOLI CORRELATI