INSEGNANTI SUL PIEDE DI GUERRA NEGLI USA

 
 

Insegnanti sul piede di guerra negli Usa: "Se necessario ci rifiuteremo di lavorare"

Insegnanti sul piede di guerra negli Usa:
New York , 13 lug 2020 09:35 - (Agenzia Nova) - Gli insegnanti pubblici della California sono sul piede di guerra contro l’ipotesi di una riapertura delle scuole a partire dal prossimo autunno. Il presidente Usa, Donald Trump, preme da giorni affinché gli studenti tornino sui banchi di scuola al più presto, nonostante l’elevatissimo numero di contagi da coronavirus segnalati negli Stati Uniti ogni giorno. La California ha già annunciato una battaglia legale contro qualunque pressione dello Stato federale in questo senso; il governatore democratico dello Stato, Gavin Newsom, ha però affermato a sua volta che le scuole dovrebbero fare tutto il possibile per riaprire dal prossimo autunno, in considerazione del grave impatto in termini educativi e socio-emozionali per gli studenti privati per mesi del diritto allo studio. Newsom ha ordinato di approntare mascherine e altri presidi igienico-sanitari per tutelare i docenti, ma la California Teacher Association – il principale sindacato degli insegnanti della California, e uno dei più potenti sindacati degli Stati Uniti – insiste affinché vengano protratte a tempo indeterminato le lezioni online, così da garantire la salute dei 300mila insegnanti e operatori scolastici che rappresenta. “Speriamo di non doverci spingere a tanto, ma se sarà necessario, ci riserveremo il diritto di rifiutare di lavorare in condizioni non sicure”, ha dichiarato David Fisher, rappresentante del sindacato nella città di Sacramento. “La possibilità che si possa insegnare di persona a qualunque livello, quando riapriranno le scuole, ci appare sempre più remota”, ha aggiunto il rappresentante sindacale (Nys)
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE