LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Libia: tribù pro-Haftar vogliono aprire un conto in Russia per profitti petroliferi

Tripoli, 29 giu 15:39 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio supremo degli sceicchi e dei notabili delle tribù libiche (struttura di epoca gheddafiana schierata a favore del generale Khalifa Haftar) intende aprire un conto bancario in Russia per “la distribuzione equa degli utili dalle vendite di petrolio tra tutti i libici”. Lo ha dichiarato il vicepresidente del consiglio, Sheikh Senussi al Haleeq in un'intervista all’agenzia di stampa "Ria Novosti". “Abbiamo invitato la comunità internazionale ad aprire un nuovo conto bancario, che raccoglierà tutti i profitti dalla vendita del petrolio libico. Si auspica che questo conto sia aperto in Russia, in modo che tutti i proventi della vendita di petrolio vengano da lì distribuiti equamente tra le tre regioni della Libia", ha dichiarato Al Khalik. Questi fondi, secondo Al Haleeq, dovrebbero essere utilizzati per sviluppare il sistema sanitario, l'istruzione e le infrastrutture nel Paese. La questione è attualmente oggetto di negoziati con le Nazioni Unite e la comunità internazionale, ha osservato l’esponente tribali libico. "Tuttavia, vogliamo che la Federazione Russa svolga un ruolo più importante in questa materia", ha aggiunto Al Haleeq. Non solo. Parlando all'agenzia di stampa russa "Sputnik", Al Haleeq ha detto i pozzi della Mezzaluna petrolifera e anche quelli situati nella regione sud-occidentale del Fezzan "sono sotto il nostro controllo" con il sostegno dell'Esercito nazionale libico (Lna) del generale Haftar. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE