Esteri

 
 

Germania e Francia, pressioni su Israele perché rinunci all'annessione di parti della Cisgiordania

Germania e Francia, pressioni su Israele perché rinunci all'annessione di parti della Cisgiordania
Berlino , 19 giu 2020 17:02 - (Agenzia Nova) - Germania e Francia stanno stanno esercitando pressioni affinché Israele rinunci ai piani per l'annessione di parti della Cisgiordania, che dovrebbero entrare in vigore dal primo luglio prossimo. È quanto riferisce l'emittente televisiva “N-tv”, commentando l'incontro dedicato al Medio Oriente avvenuto oggi a Berlino tra i ministri degli Esteri di Germania e Francia, rispettivamente Heiko Maas e Jean-Yves Le Drian.

In particolare, Maas ha dichiarato come l'obiettivo dei due paesi continui a essere evitare annessioni di Israele che “violino il diritto internazionale”. Ciò comporta discussioni con gli altri Stati membri dell'Ue e con i paesi vicini a Israele, come la Giordania. L'annessione di parti della Cisgiordania allo Stato ebraico, ha sottolineato il ministro degli Esteri tedesco, è causa di preoccupazione per sé e per l'omologo francese. Per Maas, “nei prossimi giorni, sarà fatto di tutto per far dialogare le parti coinvolte”. Prima che Israele attui i suoi piani per la Cisgiordania, secondo il ministro degli Esteri tedesco devono essere sfruttate “l'occasione e la finestra temporale”.

Le annessioni di Israele di parti della Cisgiordania (circa il 30 per cento) rientrano nel piano di pace per il Medio Oriente presentato il 28 gennaio scorso dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. L'iniziativa dà il via libera allo Stato ebraico per annettere ampie parti della Cisgiordania, in particolare la Valle del Giordano. L'Onu e la comunità internazionale guardano con preoccupazione ai possibili sviluppi in Cisgiordania, giudicandoli una violazione del diritto internazionale e temendo che provochino violenze. Diversi governi hanno inviato avvertimenti a Israele affinché si astenga dal realizzare le annessioni. In particolare, alcuni paesi membri chiedono sanzioni dell'Ue per i piani dello Stato ebraico o almeno una forte condanna. (Geb)
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE