ENERGIA

 
 
 

Energia: Scaroni, ancora lontanissimi dalla transizione energetica

Roma, 22 mag 18:48 - (Agenzia Nova) - La caduta dei prezzi del petrolio ha determinato un impatto negativo anche sul fronte delle rinnovabili, ritardandone lo sviluppo. Lo ha dichiarato Paolo Scaroni, presidente del Milan e vicepresidente di Rothschild Italia, durante il webinar "Una visione strategica per l’economia italiana dopo il Covid-19", organizzato oggi dalla Luiss Business School in collaborazione con l’associazione Davide De Luca. Nel suo intervento, Scaroni ha tuttavia sottolineato che "siamo ancora lontanissimi dalla risoluzione del problema della transizione energetica", dal momento che l’eolico e il solare, nonostante i massicci investimenti, "coprono oggi solo il due per cento del consumo energetico globale". Sul fronte del comparto petrolifero, invece, Scaroni ha sottolineato che "il momento drammatico" determinato dalla pandemia, che ha fatto crollare i consumi da 100 a 70 milioni di barili di petrolio al giorno e creato una crisi in termini di stoccaggi, "non è stato ancora del tutto superato". Particolarmente drastica, ha aggiunto, è la situazione nei Paesi produttori: alcuni, come la Russia e le nazioni Opec, iniziano ad avere "entrate insufficienti per coprire i bilanci pubblici" che si traducono in tagli degli acquisti e in un danno per Paesi come l’Italia, per cui le esportazioni sono molto importanti; altri, come Nigeria, Angola, Algeria o Libia, "con il petrolio a 30 dollari al barile rischiano la fame, e non potranno che chiedere aiuto al mondo occidentale". (Ems)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE