ECONOMIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Economia: Siniscalco (Morgan Stanley) a "La Stampa", è l'era degli investimenti verdi (2)

Roma, 28 gen 2020 08:28 - (Agenzia Nova) - "Vedo tre segnali incoraggianti - spiega -. La prima novità è che negli ultimi due o tre anni sono emerse preferenze diverse fra i giovani: il clima è finalmente un tema molto sentito. Il secondo è che sono cambiate le tecnologie, a partire dall'auto elettrica che diventa una realtà. Il terzo fatto è che è partita una ondata di consapevolezza finanziaria: i grandi fondi e banche emettono strumenti finanziari verdi, ancorati a risultati ambientali e anche a premiare i loro acquirenti. Oggi un bond o un'azione verde sono sempre ben premiato". E' un cambiamento importante di parametri. "Rispetto all'approccio governativo che parte dall'alto, quello finanziario che parte dal basso di fatto spinge nella buona direzione. Per questo credo che il mercato sia in questo campo molto più potente dei governi, per la sua esternalità e diversità". Chi inquina è fuori gioco. "Tra qualche anno nessuno vorrà investire in aziende 'sporche', perché contengono delle passività nascoste. Già adesso, le azioni delle elettricità rinnovabili fanno premio su quelle delle energie tradizionali. Il mercato, dicevo, ci sta salvando. Gli asset puliti hanno superato i mille miliardi di nuove emissioni a livello globale. Il numero degli investitori che scommettono verde è destinato a salire. E siccome il mercato si autosostiene, questa è la miglior pubblicità possibile. Anche se, va sottolineato, parlo di transizione energetica e non di zero emissioni. È un processo che richiederà molto tempo". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE