SPECIALE ENERGIA

 
 
 

Speciale energia: Di Maio, gasdotto East-Med deve dimostrare di essere economicamente sostenibile

Ankara, 20 gen 14:15 - (Agenzia Nova) - Il progetto del gasdotto East-Med deve “ancora dimostrare di saper attrarre capitali necessari alla sua realizzazione e di essere economicamente sostenibile”. Lo ha detto il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, in un’intervista concessa all’agenzia di stampa turca “Anadolu” alla vigilia della Conferenza internazionale sulla crisi libica organizzata a Berlino sotto l’egida delle Nazioni Unite. L’ipotesi di gasdotto East-Med con approdo in Grecia è “un’opzione di medio-lungo periodo, tra le altre al vaglio”, ha spiegato il capo della diplomazia italiana, ricordando come l’Italia sia tra i paesi fondatori dell’East Mediterranean Gas Forum, foro di cooperazione regionale che vede seduti allo stesso tavolo anche Egitto, Grecia, Cipro, Israele, Giordania e Autorità nazionale palestinese. “Guardiamo con attenzione a tali sviluppi e crediamo che l’energia presente nel Mediterraneo debba essere un fattore di crescita per tutti i Paesi dell’area, in uno spirito di apertura e collaborazione”, ha aggiunto Di Maio. “In tale cornice, quindi, è chiaro che l’ipotesi di gasdotto East-Med con approdo in Grecia, visti i costi e i tempi di realizzazione, non possa che essere un’opzione di medio-lungo periodo, tra le altre al vaglio. Credo infatti che vada sottolineato come l’infrastruttura, che potrebbe avere un ruolo positivo per la diversificazione delle forniture europee, debba ancora dimostrare di saper attrarre capitali necessari alla sua realizzazione e di essere economicamente sostenibile”, ha concluso il ministro. Lungo 2.100 chilometri e con un costo stimato di sei miliardi di euro, l'East-Med dovrebbe essere completato e attivato entro il 2025 per trasportare gas naturale da Israele all'Italia attraverso Cipro e Grecia. La firma dell’accordo sulla costruzione del gasdotto si è tenuta lo scorso 2 gennaio ad Atene alla presenza del premier della Grecia, Kyriakos Mitsotakis, dl presidente cipriota, Nicos Anastasiades, e del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE