LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: Guardia costiera a "Nova", "nessun mandato di arresto per Bija"
 
 
Tripoli, 29 ott 2019 14:11 - (Agenzia Nova) - La Guardia costiera della Libia "non ha ricevuto alcun mandato di cattura per Bija", l'ufficiale libico accusato di violenza sui migranti e di traffico di esseri umani. Lo ha detto Mohamed Sakr, funzionario della Guardia costiera libica della regione occidentale della Libia, interpellato da "Agenzia Nova" a proposito di Abd al Rahman al Milad, alias Bija, direttore dell'unità regionale della Guardia costiera a Zawiya, località costiera situata circa 50 chilometri a ovest di Tripoli, la capitale della Libia. Secondo quanto riferito nei giorni scorsi dal quotidiano "Avvenire", il ministro dell’Interno del Governo di accordo nazionale (Gna, l'organo esecutivo libico riconosciuto dalle Nazioni Unite) avrebbe emesso una nota nella quale chiede di eseguire un mandato di cattura contro Bija. A firmare il provvedimento sarebbe stato Fathi Bashaga, il ministro dell’Interno che nei giorni scorsi ha incontrato a Roma l'omologo Luciana Lamorgese. Tuttavia, secondo Al Milad attualmente Bija "opera normalmente nell'ambito dei compiti che gli sono stati assegnati a Zawiya e non ha nulla a che fare con il traffico di esseri umani". (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..