ECUADOR
 
Ecuador: proteste anti-austerità, procura formalizza capi d'accusa nei confronti di 260 manifestanti
 
 
Quito, 12 ott 10:38 - (Agenzia Nova) - La procura ecuadoriana ha formalizzato i capi d'accusa nei confronti di 260 persone che hanno manifestato contro le misure di austerità imposte dal governo di Quito. Lo riferisce la stampa locale, precisando che oltre la metà degli accusati è originaria della provincia di Guayas, dove si trova Guayaquil. Gli imputati dovranno rispondere di diversi reati, fra i quali interruzione del servizio pubblico, danni alle proprietà altrui, attacco o resistenza a pubblico ufficiale, furto, porto di armi, associazione illecita e violazione della proprietà privata. Secondo l'ufficio del Mediatore, almeno 1.070 persone sono state arrestate nell'ultima settimana nel quadro delle proteste, scoppiate giovedì scorso contro il pacchetto di riforme presentate dal governo a inizio mese per "riattivare" l'economia nazionale, che prevede tra le altre cose la liberalizzazione del prezzo delle benzine, con uno stop ai sussidi che durava da diversi anni, iniziativa concordata dalle autorità di Quito con il Fondo monetario internazionale (Fmi), portando in breve a far lievitare anche del 100 per cento i costi dei carburanti alla pompa. Per garantire "ordine, tranquillità e sicurezza" contro il "caos" generato dall'ondata di proteste di piazza e dallo sciopero indetto dal sindacato dei trasporti, il governo aveva decretato il 3 ottobre uno stato di emergenza, per un periodo iniziale che la Corte Costituzionale ha fissato in 30 giorni, divenuto in breve nuovo motivo di serrate critiche da opposizioni e organismi internazionali. (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..