RUANDA
Mostra l'articolo per intero...
 
Ruanda: Unhcr, 123 rifugiati vulnerabili rimpatriati dalla Libia
 
 
Kigali, 11 ott 17:33 - (Agenzia Nova) - Un gruppo di 123 rifugiati vulnerabili è atterrato la notte scorsa all’aeroporto internazionale di Kigali, in Ruanda, con il secondo volo di evacuazione dalla Libia al Ruanda. I rifugiati, si legge in una nota dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), sono stati accompagnati in un centro di transito a Gashora, dove l’Unhcr sta garantendo assistenza fondamentale per la sopravvivenza tramite cibo, acqua potabile, cure mediche, sostegno psicosociale e alloggi. È stato loro concesso lo status di richiedenti asilo in attesa che i loro casi siano presi in esame e che si trovino ulteriori soluzioni, fra cui il reinsediamento, il ritorno volontario nei paesi in cui avevano precedentemente ottenuto asilo, il rimpatrio volontario nei propri Paesi di origine, qualora sicuri, e l’integrazione nelle comunità locali ruandesi. Il gruppo era composto principalmente da eritrei e, in numeri inferiori, da somali, etiopi e sudanesi. Circa la metà (59) erano rifugiati di età inferiore ai 18 anni, la maggior parte dei quali separati dai genitori e da altri familiari. Uno dei minori in precedenza era stato detenuto per più di due anni e mezzo. Fra gli evacuati il più giovane è un neonato di soli otto mesi. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..