TERRORISMO
Mostra l'articolo per intero...
 
Terrorismo: fonti Pentagono, “circa 100 combattenti dell’Is operativi in Libia”
 
 
Tripoli, 11 ott 15:37 - (Agenzia Nova) - In Libia sarebbero ancora operativi circa 100 combattenti dello Stato islamico (Is) dopo gli ultimi raid aerei compiuti dagli Stati Uniti contro il sedicente “califfato” nella regione meridionale del Fezzan. Lo ha detto un funzionario del Pentagono alla rivista specializzata “Stars and Stripes”. I bombardamenti del Comando Usa per l’Africa (Africom) hanno ucciso 43 combattenti del gruppo jihadista che si annidavano nel deserto libico. “Valutiamo un deterioramento piuttosto significativo delle loro capacità", ha detto il funzionario della difesa Usa. Dopo circa un anno di stop, Africom ha condotto domenica 29 settembre il quarto attacco aereo consecutivo contro lo Stato islamico nel sud-ovest della Libia, uccidendo sette terroristi e portando il bilancio a 43 militanti uccisi in dieci giorni. Il 27 settembre, Africom aveva annunciato l’uccisione di 17 terroristi in un bombardamento nel sud-ovest del paese. Il 24 settembre un attacco aereo sempre condotto dagli Usa nelle vicinanze di Murzuq aveva portato all’uccisione di undici terroristi. Il 20 settembre, Africom aveva dato notizia di un altro raid sempre contro obiettivi dello Stato islamico e sempre nei pressi di Murzuq, città recentemente al centro di scontri tribali e vicina ai pozzi petroliferi del Fezzan: in quell'occasione le vittime erano state otto, tra cui “un leader” del gruppo terroristico. Secondo quanto riferito dall’Africom in una nota, non sono state registrate vittime civili. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..