SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Ecuador, movimento indigeno chiede dimissioni ministri Interno e Difesa e uscita Fmi dal paese
 
 
Quito, 11 ott 15:45 - (Agenzia Nova) - La Confederazione delle nazionalità indigene (Conaie) dell’Ecuador ha posto le dimissioni dei ministri dell’Interno e della Difesa, il ritiro del decreto che rimuove i sussidi al carburante e l’uscita dal paese del Fondo monetario internazionale (Fmi) come condizione per aprire al dialogo con il governo. La protesta continuerà “fino a quando l’Fmi non uscirà dal paese”, si legge in un comunicato firmato dal presidente della Conaie, Jaime Vargas. “Il dialogo chiesto dal presidente Lenin Moreno è una pagliacciata. Non dialogheremo con un governo assassino fino a quando non verranno soddisfatti questi requisiti: le dimissioni dei ministri dell’Interno e della Difesa, rispettivamente Maria Paula Romo e Oswaldo Jarrin, e il ritiro del decreto 883”. (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..