SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Messico, Lopez Obrador, nuove aste petrolifere solo dopo risultati di quelle vigenti
 
 
Città del Messico, 11 ott 14:15 - (Agenzia Nova) - Il presidente del Messico, Andres Manuel Lopez Obrador, ha ribadito che il governo non procederà a nuove aste per esplorazione e sfruttamento degli idrocarburi sino a quando i contratti chiusi assegnati con la riforma energetica non avranno iniziato a dare risultati concreti. Una valutazione che verrà fatta alla fine dell'anno in corso. "Alla fine del 2019 faremo una valutazione di tutti i contratti. "Quello che ci interessa è che si investa e che si estragga petrolio, ma fino ad or a non è stato possibile" ha detto il capo dello stato messicano che da tempo denuncia lo scarso contributo ricevuto, in termini di produzione, dai 107 accordi stretti con compagnie private ed internazionali. "Sono passati quattro anni dalla riforma energetica e ancora non si è visto niente", ha ribadito "Amlo" nel corso della tradizionale conferenza stampa quotidiana. Il presidente ha assicurato che non è intenzione del governo "denunciare o azzerare i contratti", ma che si vuole passare in rassegna il livello di sviluppo: "che ci dicano se si può estrarre, anche se serve del tempo, perché la prima cosa che noi vogliamo è vedere risultati". Lopez Obrador ha ricordato che del totale dei contratti assegnati, quelli per esplorazione in acque profonde sono i meno "interessanti". "L'estrazione onshore è quella che sta funzionando di più. Non sto scartando quella in acque profonde, ma ricordo che per il nostro governo la priorità sono i campi del sudest del paese". (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..