ITALIA-REPUBBLICA CECA
Mostra l'articolo per intero...
 
Italia-Repubblica Ceca: Istituto cultura di Praga partecipa a Giornata nazionale famiglie al museo (2)
 
 
Praga, 11 ott 12:13 - (Agenzia Nova) - Il racconto dell’Istituto italiano di cultura si apre con le cronache della Congregazione italiana di Praga, costituita nel lontano 1573. Nata sotto il motto “Pro deo et paupere”, la Congregazione fu la prima istituzione di carattere laico a divenire un punto di riferimento per la numerosa comunità italiana di Praga, per la maggior parte costituita da architetti, muratori e scalpellini impiegati presso la corte imperiale. Dediti alla solidarietà verso il prossimo, i congregati furono impegnati nell’aiutare le fasce più deboli della città senza alcuna distinzione di religione e nazionalità e, agli inizi del Seicento, eressero un luogo di carità presso il monte San Giovanni a Malà Strana, che prese il nome di Ospedale degli Italiani. Nell’area dell’Ospedale fu anche eretta una cappella barocca, con volte in grisaille, consacrata nel 1617 e ancora parte integrante dell’Istituto. Nel corso dei secoli la Congregazione si distinse per la sua attività all’interno dello scenario urbano boemo, attirando la benevolenza degli imperatori, da Rodolfo II in poi, che onorarono questo sodalizio con speciali privilegi. Nel 1804 l’ospedale fu convertito in un orfanotrofio i cui bambini potevano non solo alloggiare, ma anche studiare e apprendere un mestiere. Infine intorno al 1942 i congregati decisero, di comune accordo con l’allora Regio consolato generale d’Italia a Praga, di cedere allo Stato italiano gli edifici di loro proprietà affinché si costituisse una nuova realtà dalla quale, nella seconda metà del ’900, nacque l’attuale Istituto italiano di cultura. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..