UE
Mostra l'articolo per intero...
 
Ue: Tusk a Cipro, con Anastasiades discussione su trivellazioni e Siria (2)
 
 
Bruxelles, 11 ott 11:50 - (Agenzia Nova) - Il presidente del Consiglio europeo ha ricordato che i Ventotto capi di stato e di governo hanno fermamente condannato queste azioni illegali. "E alla luce delle nuove attività di perforazione da parte della Turchia dalla fine della scorsa settimana, l'Ue si riconferma unita attorno a voi. Chiedo alla Turchia di porre fine a queste attività poiché non solo minano i recenti sforzi per riprendere i colloqui di insediamento di Cipro, ma minano anche le relazioni di buon vicinato tra l'Ue nel suo insieme e la Turchia", ha proseguito Tusk. "Abbiamo anche discusso della questione che è al centro dell'attenzione di tutto il mondo: la drammatica situazione in Siria. L'operazione militare unilaterale della Turchia nel nord della Siria è motivo di grave preoccupazione e dovrebbe interrompersi. Le preoccupazioni di sicurezza della Turchia dovrebbero essere affrontate con mezzi politici e diplomatici; un intervento militare non farà che peggiorare le cose. Invece di creare stabilità, creerà ancora più instabilità nell'intera regione, aggraverà la sofferenza civile, causerà ulteriori spostamenti e minaccerà i progressi compiuti dalla coalizione globale contro il Daesh. Le forze curde che hanno fatto parte delle forze democratiche siriane sono state e sono cruciali nella lotta contro Daesh. Per entrambe le sponde dell'Atlantico, abbandonarle non è solo una cattiva idea, come ha affermato il presidente Trump, ma solleva molte domande, sia di natura strategica che morale", ha evidenziato Tusk. "La Turchia deve capire che la nostra principale preoccupazione è che le loro azioni possano portare a un'altra catastrofe umanitaria, il che sarebbe inaccettabile. Né accetteremo mai che i rifugiati siano armati e usati per ricattarci. Questo è il motivo per cui ritengo che le minacce di ieri fatte dal presidente Erdogan siano totalmente fuori posto", ha specificato. (segue) (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..