FINESTRA SUL MONDO
 
Finestra sul mondo: Italia, Tribunale Palermo critica "seria negligenza" Procura in caso scambio di identità
 
 
Londra, 11 ott 11:45 - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico "The Guardian" ha sempre seguito con grande attenzione la vicenda di un cittadino eritreo processato in Italia in quanto ritenuto uno dei più ricercati trafficanti di esseri umani del mondo e che in realtà si è rivelato essere vittima di uno scambio di identità. Oggi, il "Guardian" pubblica le motivazioni della sentenza con cui, a luglio scorso, il Tribunale di Palermo ha assolto l'uomo, proprio perché non è colui a cui le polizie di tutto il mondo davano la caccia. Nelle oltre 400 pagine della sentenza, i giudici palermitani affermano che l'impianto accusatorio era "evidentemente inconsistente e inadeguato" e a loro volta accusano di "seria negligenza" gli inquirenti. L'arresto dell'uomo nel 2016 a Khartoum in Sudan era stato presentato dalle autorità giudiziarie di Italia e Regno Unito come un importante successo nella lotta globale contro il traffico di esseri umani. Sin dall'inizio, il "Guardian" aveva invece sostenuto l'innocenza dell'accusato, che ora è stata riconosciuta anche dal Tribunale di Palermo. A indurre le polizie italiana e britannica all'errore e allo scambio di identità furono i servizi segreti sudanesi, che con ogni probabilità erano complici del vero capo della rete criminale internazionale di trafficanti di esseri umani che continua a essere latitante. (Sit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..