AUTONOMIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Autonomia: Ruocco a "Il Quotidiano del Sud", stabiliremo criteri oggettivi per la spesa (2)
 
 
Roma, 11 ott 10:00 - (Agenzia Nova) - Criteri come quelli della spesa pubblica, il meccanismo perverso secondo cui "chi non ha avuto soldi per gli asili nido, non li avrà mai", verranno definitivamente affossati. A rendere conto dei perché delle differenze da ridurre, ci saranno numerosi rappresentanti: il 15 ottobre ci sarà l'Ania, poi l'Aci, Federcarrozzieri, l'associazione Mo' Bast, fino al presidente della Commissione tecnica per i fabbisogni standard, Giampaolo Arachi, il ministro del Mezzogiorno Giuseppe Provenzano (il 23 ottobre), il ministro delle Autonomie Francesco Boccia, l'Anci, la Conferenza delle Regioni e infine, almeno per il momento, il direttore dipartimento delle Finanze del Mef, Fabrizia Lapecorella. Al via le audizioni della commissione Finanze: è partita concretamente l'operazione verità lanciata alcuni mesi fa quando spirava un altro clima. Adesso quali passi dobbiamo attenderci? "Come ha anticipato il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, sarà necessaria una legge quadro in cui dovranno essere realizzati gli interventi generali". Con voce in capitolo, rispetto al passato fatto di asse diretto tra mezzo governo leghista e Regioni settentrionali, alle Camere. "Certamente sì. Le linee guida della riforma saranno dettate dal Parlamento, alle Camere spetta il compito di mettere mano a questi squilibri con una normativa chiara". Intanto, c'è il ruolo della sua commissione con questa indagine conoscitiva che servirà a far emergere i numeri 'veri', il gap trentennale, le diseguaglianze sedimentate nel tempo. "Come commissione Finanze della Camera ci sarà una nostra attività di supporto con uno scopo ben preciso: stabilire i criteri oggettivi che consentano una volta per tutte di non danneggiare più il Mezzogiorno". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..