SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: Dakhlallah (Baath) a "La Stampa", sarà Assad a proteggere i curdi dai tank di Ankara (3)
 
 
Roma, 11 ott 10:10 - (Agenzia Nova) - Si rischia, inoltre, il risveglio di cellule dormienti. "Abbiamo avviato un processo di amnistia nell'ambito del più ampio percorso di riconciliazione nazionale. Chi non ha aderito opera ancora nell'orbita di Isis e Hayat Tahrir al Sham (al Nusra). È probabile che tali elementi trovino, in questa situazione, nuova linfa vitale". Vuole rivolgere un appello all'Italia? "Esiste uno stretto rapporto tra i nostri popoli, nel 2014 ho visitato il vostro Paese e ho incontrato alcuni senatori, anche i rapporti col Vaticano sono buoni. Capiamo che vi sono dei limiti e che l'Italia deve rimanere in linea con l'Unione europea condizionata da Paesi come la Francia per quanto riguarda la Siria, gli stessi fattori che vogliono mettervi fuori gioco in Libia. Noi siamo fiere dell'eredità della civiltà romana, l'Italia è il Paese più vicino ai nostri cuori e alla nostra mente. Ma purtroppo ci sono le direttive dell'Ue", ha concluso Dakhlallah. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..