SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: Dakhlallah (Baath) a "La Stampa", sarà Assad a proteggere i curdi dai tank di Ankara
 
 
Roma, 11 ott 10:10 - (Agenzia Nova) - Mahdi Dakhlallah diplomatico e politico del partito Baath vicino alla famiglia Assad, spiega in una intervista a "La Stampa" cosa ne pensa dell''Operazione fonte di pace'. "Ci sono delle intese che prevedono esplicitamente (integrità territoriale della Repubblica araba siriana. Quanto sta facendo Erdogan ne è una chiara violazione. Il presidente turco insegue mire espansionistiche ottomane e prosegue nell'opera di conquista di territori siriani iniziata nel 1936 con l'annessione di 16 villaggi. È intollerabile". Damasco proteggerà i curdi? "Siamo pronti a intervenire per difendere la sovranità nazionale e quindi la popolazione curda, perché si tratta di cittadini siriani che partecipano al governo e sono presenti in parlamento. Vorrei ricordare che una buona parte dei presidenti siriani erano curdi prima dell'arrivo di Assad. I loro diritti sono garantiti, occupano posti chiave, come ministri, direttori generali, ufficiali". "Nel partito comunista, - continua - nel partito social nazionalista, in quello Baath e nei partiti liberali ci sono esponenti curdi. Occorre aggiungere che ad Est dell'Eufrate con loro convivono pacificamente anche arabi e cristiani. Al contrario, per quanto riguarda la Turchia, i curdi sono oppressi e non partecipano al governo". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..