NATO
Mostra l'articolo per intero...
 
Nato: Stoltenberg al "Corriere della Sera" sulla Turchia, vanno evitate le vittime civili
 
 
Roma, 11 ott 10:01 - (Agenzia Nova) - "Quanto succede in Siria dimostra ancora una volta la necessità di una soluzione politica", ha detto in una intervista al "Corriere della Sera" il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. In altre parole sarebbe meglio far tacere le armi, tuttavia non può avvenire subito. Nell'agenda dell'ex primo ministro norvegese che ha il difficile compito di coordinatore per un'alleanza politico-militare tra 29 paesi oggi è in programma un incontro a Istanbul con Recep Tayyip Erdogan, il presidente turco al quale si deve lo scatenamento di aerei e artiglieria contro i curdi fuori dai propri confini nazionali. "Riconoscerò che la Turchia è l'alleato contro il quale è stato compiuto il numero più alto di attacchi terroristici, che ha alcune legittime preoccupazioni di sicurezza. Ma allo stesso tempo darò risalto all'importanza del contenersi e di evitare perdite civili", ha risposto Stoltenberg alla domanda su quale messaggio riserverà a Erdogan sulla campagna nel Nord della Siria. Evocare il contenimento in italiano suona blando se ci si riferisce ad azioni di fuoco. Di fatto è ciò che ritiene di poter spingersi ad affermare il segretario generale alle prese con una guerra particolare. Che coinvolge alleati e accentua divergenze nell'alleanza. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..