AMBIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Ambiente: ministro Costa a "Il Fatto Quotidiano", pronti 450 milioni
 
 
Roma, 11 ott 09:59 - (Agenzia Nova) - "Sono contento. Per il ministero dell'Ambiente è un momento storico". Il ministro Sergio Costa esulta per l'approvazione, ieri, del decreto Clima in Consiglio dei ministri dopo settimane di battaglia e ritocchi al testo. Non starà esagerando? "Lo dico con rispetto, - spiega in una intervista a "Il Fatto Quotidiano" -, ma per la prima volta si riconosce l'urgenza della tutela ambientale. È stata una soddisfazione aver convinto i miei colleghi e il premier che c'erano le condizioni per una risposta immediata. E perciò provo anche un po' di emozione". E' stato un decreto dal lungo percorso: partiamo da tre cose positive. "Introduce un modo diverso di concepire le azioni ambientali: non solo doveri delle istituzioni ma anche reciprocità con il cittadino. Nel momento in cui diamo contributi ai commercianti (5 mila euro) per inserire un angolo di prodotti sfusi nei loro negozi, diventano un alleato ambientale e un presidio nei piccoli centri così come lo è chi sceglie di acquistarli. E ancora, mi piace la riforestazione urbana, i fondi (30 milioni) ai Comuni per promuovere l'imboschimento verticale e orizzontale, quindi parchi e angoli verdi nelle città ostaggio di smog e panicolato". Ne manca ancora una. "Sono nonno: gli scuolabus che accompagnano i miei nipoti a scuola sono vecchi e inquinanti. Abbiamo messo risorse (fino a 20milioni) per farne comprare di nuovi ed ecologici, ibridi o parzialmente". Il testo, però, ha perso per strada parti rilevanti e molte sono state ridimensionate. C'è il bonus rottamazione da 1.500 euro da spendere per mezzi pubblici o per acquistare una bicicletta, ma prima erano 2.000 e la rottamazione è passata da fino a Euro 4 a Euro3. "Le bozze sono bozze, lanci una idea, ti confronti con altri ministeri, lo fai con il mondo scientifico. E così scopri che fino agli Euro 3 c'è un problema certo, una sorta di soglia indiscutibilmente dannosa al di sotto della quale non c'è la stessa certezza. E decidi di conseguenza. Nella prima bozza non era prevista la rottamazione per i motocicli. Ora c'è, fino a 500 euro". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..