DEF
 
Def: Fassina (Leu), puntare su domanda interna, estremismo mercantilista Ue genera dazi
 
 
Roma, 10 ott 11:30 - (Agenzia Nova) - Il deputato di Liberi e uguali Stefano Fassina, intervenendo in Aula a Montecitorio nel corso dell'esame della Nota di Aggiornamento al Documento di economia e finanza, ha osservato che "la Nadef si iscrive in un passaggio di fase storica. E' sempre più evidente che la rotta dell'estremismo mercantilista dell'Unione europea e dell'eurozona è insostenibile: determina svalutazione del lavoro e una carenza cronica di domanda interna. Ed è inevitabile che generi dazi. La variabile decisiva da rianimare è la domanda interna in Italia e in ciascun paese Ue. La politica monetaria della Banca centrale europea non può bastare", ha proseguito il parlamentare, "come non può bastare la fine della fase dell'austerità. Sono necessarie e urgenti misure di protezione del lavoro e delle piccole imprese sia verso il mercato extra-Ue, sia verso i Paesi membri Ue che praticano dumping sociale e fiscale. E' necessario bloccare il Ceta (l'Accordo commerciale di libero scambio tra Ue e Canada, ndr) e va evitato l'ulteriore allargamento ai Balcani. Altrimenti", ha concluso Fassina, "l'Italia e l'eurozona sono a rischio, non soltanto economico, ma democratico". (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..