BREXIT
Mostra l'articolo per intero...
 
Brexit: ministro Barclay al "Corriere della Sera", i diritti degli italiani saranno garantiti (3)
 
 
Roma, 10 ott 09:32 - (Agenzia Nova) - L'isolazionista Johnson preferiva il governo Conte Uno con dentro la Lega al più europeista Conte Bis di 5 Stelle, Partito democratico e altri. Eppure ragioni corpose spingono Roma a non ostacolare un accordo Ue-Londra. Gli iscritti all'Anagrafe italiani residenti all'estero (Aire) sono nel Regno Unito 360 mila. Con residenti temporanei e cittadini di doppia nazionalità la comunità arriva a 700 mila persone. L'interscambio è a nostro favore: nel 2018 abbiamo venduto merci e servizi per oltre 23 miliardi di euro e acquistati per 11 miliardi e 140 milioni. "Le relazioni bilaterali sono ottime", evidenzia il ministro della Brexit. A Londra si è scritto che un appunto dell' ufficio del premier avrebbe previsto ritorsioni contro i Paesi dell'Ue che non si fossero opposti a una proroga dei negoziati oltre il 31 ottobre. E Barclay, su questo? "Le istruzioni che il premier mi ha dato sono estremamente chiare: vogliamo uscire con un accordo". Il Consiglio Europeo si riunirà il 17 ottobre. "Michel Barnier e Jean-Claude Juncker hanno detto che c'è tempo per raggiungere un accordo. Se non ci fosse sarebbe un fallimento dell'arte del negoziare tra Stati", sostiene il ministro citando il negoziatore per l'Europa e il presidente uscente della Commissione. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..