MESSICO
Mostra l'articolo per intero...
 
Messico: parlamento approva Legge di "austerità repubblicana" (3)
 
 
Città del Messico, 09 ott 13:23 - (Agenzia Nova) - Il presidente Lopez Obrador si fa interprete di una promessa di "moralizzazione" della politica che da una parte, nella lotta alla corruzione, punta a reperire risorse utili a finanziare specifici programmi governativi, e dall'altra nella convinzione che una nuova stagione di etica nella politica possa contribuire a ridurre il risentimento sociale e le occasioni di delinquenza. A settembre 2018, il parlamento ha approvato una legge che fissa nello stipendio del presidente della Repubblica il tetto massimo per le retribuzioni dei dipendenti pubblici messicani. Di fatto, prevede che nessuno potrà superare la quota di 108mila pesos al mese, l'equivalente di circa 5.400 dollari statunitensi: lo stipendio che "Amlo" si è assegnato sforbiciando del 40 per cento i 270 mila pesos percepiti dall'ex presidente Enrique Pena Nieto. (segue) (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..