SUD SUDAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Sud Sudan: Amnesty International, autorità di Giuba hanno permesso ai crimini di guerra di “proliferare”
 
 
Giuba, 07 ott 17:43 - (Agenzia Nova) - Le autorità del Sud Sudan hanno permesso all'impunità di proliferare, lasciando il paese in balia di “gravi violazioni dei diritti umani, crimini di guerra e crimini contro l'umanità”. È quanto denunciato da Amnesty International in un nuovo rapporto pubblicato oggi. “Da Giuba a Malakal, da Wau a Bentiu e altri luoghi, è stata commessa un’ondata di mostruosi crimini contro i civili. Il governo del Sud Sudan ha risposto con la formazione di comitati di indagine i cui rapporti raramente vedono la luce del giorno e, quando lo fanno, ignorano in gran parte i crimini commessi dalle forze governative”, ha dichiarato Joan Nyanyuki, direttore di Amnesty International per l'Africa orientale, il Corno e i Grandi laghi. “L'incapacità delle autorità di perseguire e punire gli autori di crimini ai sensi del diritto internazionale, commessi da gruppi armati sia di governo che di opposizione, richiede un meccanismo di giustizia alternativa significativo ed efficace per il popolo del Sud Sudan”, ha aggiunto. Allo stato attuale, il presidente Salva Kiir ha infatti il potere di confermare o respingere le sentenze dei tribunali militari, avvalendosi del potere di veto su quelli che dovrebbero essere processi giudiziari indipendenti. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..