TUNISIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Tunisia: testa a testa tra Ennahda e Qalb Tounes in attesa dei dati definitivi
 
 
Tunisi, 07 ott 17:05 - (Agenzia Nova) - Si profila in Tunisia un difficile periodo di consultazioni post-elettorali dall’esito incerto e dalla durata ancora indefinita. Sia gli islamici di Ennahda che il partito Qalb Tounes del magnate dei media Nabil Karoui hanno proclamato la vittoria. Le proiezioni danno in vantaggio il movimento musulmano, ma i dati sono imparziali. In attesa dei risultati definitivi che dovrebbero essere annunciati nelle prossime ore, l’unico dato sicuro delle elezioni legislative tenute ieri nel paese nordafricano è quello sull’affluenza, pari 41,3 per cento. Meno di un elettore su due si è recato alle urne, circa circa 2,9 milioni di elettori su 7 milioni di aventi diritto. Un numero decisamente basso per il paese della rivoluzione dei gelsomini, culla della primavera araba ed esempio di democrazia per i paesi musulmani del Grande Medio Oriente. Si tratta di un netto calo anche rispetto al 48,98 per cento registrato al primo turno delle elezioni presidenziali del 15 settembre scorso, quando 3,4 milioni di cittadini si erano recati ai seggi. Il calo è ancora più marcato rispetto al 69 per cento delle elezioni legislative del 2014. Quest’ultimo paragone, tuttavia, non tiene conto dell’aumento degli iscritti nei registri elettorali, passati dai 5.236.244 del 2014 ai 7.066.940 di oggi. Per comprendere meglio l’entità della scarsa partecipazione alle urne bisogna guardare al dato secco: cinque anni fa si recarono alle urne 3.579.257 tunisini, mentre secondo le stime dell’Isie la partecipazione di questa tornata elettorale potrebbe non arrivare a 3 milioni di individui. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..