SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: Trump, gli europei pensavano che noi fossimo “idioti”
 
 
Washington, 07 ott 15:47 - (Agenzia Nova) - I governi europei credevano, “come sempre”, che gli Stati Uniti fossero “idioti” e che si sarebbero fatti carico delle “migliaia” di combattenti dello Stato islamico catturati in Siria. Lo ha scritto su Twitter il presidente Usa Donald Trump a proposito della decisione di dare il via libera all'imminente operazione militare della Turchia nel nord-est della Siria. “Le forze statunitensi avrebbero dovuto restare in Siria per 30 giorni. Questo lo si riteneva molti anni fa. Siamo rimasti e siamo stati trascinati sempre più a fondo in una battaglia senza un obiettivo chiaro. Quando sono arrivato a Washington, lo Stato islamico dilagava nell'area. Abbiamo rapidamente sconfitto il cento per cento del califfato e catturato migliaia di combattenti, la maggior parte dei quali provenienti dall'Europa. Ma i paesi europei non li volevano indietro, ci chiedevano di portarli negli Usa. Io ho detto: ‘No, vi abbiamo fatto un grande favore e ora volete che teniamo questa gente nelle nostre prigioni a costi tremendi. Sta a voi processarli’”, ha ricordato il capo della Casa Bianca. A quel punto, ha aggiunto Trump, i paesi europei hanno detto nuovamente “No”, cercando di “imbrogliare gli Stati Uniti come su altre questioni come la Nato e il commercio”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..