SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Iran, ministro Petrolio, al lavoro per consentire esportazioni petrolifere evitando Hormuz
 
 
Teheran, 07 ott 14:30 - (Agenzia Nova) - L’Iran sta costruendo un nuovo terminal petrolifero nella regione del Makran vicino alla città di Jask, nella provincia sud orientale di Hormozgan sul Mare dell’Oman la cui capacità di esportazione sarà di un milione di barili di petrolio al giorno con l’obiettivo di aggirare lo Stretto di Hormuz. Lo ha dichiarato il ministro del Petrolio iraniano Bijan Zangeneh in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa russa “Sputnik” rilasciata a margine della Settimana russa dell’energia. “In quella zona è in costruzione un oleodotto. Speriamo che tutto sia completato entro il 2021 e che il progetto diventi operativo”, ha dichiarato Zangeneh. “Facciamo affidamento solo sulle nostre risorse, ma accogliamo con favore gli investimenti, in particolare dalla Russia”, ha aggiunto il ministro rispondendo ad una domanda sulle modalità di finanziamento del complesso. La cifra stimata per realizzare il complesso è di circa 1,8 miliardi di dollari, secondo il ministro iraniano, di cui 700 milioni per realizzare l’oleodotto. La condotta sarà lunga circa 1.000 chilometri e collegherà il terminal petrolifero di Goreh, nella provincia meridionale di Busher, al porto di Jask. Il piano prevede anche la costruzione di due raffinerie, con capacità di raffinazione giornaliera di 300.000 e 150.000 barili e impianti petrolchimici. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..