IRAQ
 
Iraq: polizia federale assume controllo sicurezza a Sadr City
 
 
Baghdad, 07 ott 11:03 - (Agenzia Nova) - E’ iniziato questa mattina il passaggio di consegne tra le unità dell’Esercito iracheno e la polizia federale per gestire la sicurezza a Sadr City, sobborgo a maggioranza sciita a nord-est dell’Iraq. L'esercito, infatti, è stato accusato di aver usato un eccessivo uso della forza contro i manifestanti. Intanto, secondo i dati diffusi dal ministero della Difesa, dall’inizio delle proteste ci sono state un centinaio di vittime, mentre i feriti sono 6.100. Malgrado si registri una situazione di normalità nella capitale irachena, non è possibile accedere alla rete internet e non è possibile chiamare all’estero. Ieri, 6 ottobre, il capo dello Stato, Barham Salih, ha ricevuto il presidente della Camera dei rappresentanti, Mohamed al Halbousi, per discutere delle recenti tensioni. A tal riguardo, Saleh ha confermato che sono in corso le indagini per identificare i responsabili dell’uso della violenza contro i manifestanti. Nel tentativo di placare le proteste, Al Halbousi ha incontrato il 5 ottobre una delegazione dei manifestanti a cui ha promesso, tra le altre cose, la costruzione di 100mila unità abitative a Baghdad e in altre province, oltre all'assegnazione di terreni e la concessione di prestiti senza interessi. Oggi, nel corso di un’intervista, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale e attualmente presidente delle Unità per la mobilitazione popolare (Pmu, milizie a maggioranza sciita), Falih al Fayyadh, ha dichiarato che le Pmu non hanno partecipato alle manifestazioni. Inoltre, Al Fayyadh ha chiarito l’impegno per combattere la corruzione e i tentativi di rovesciare lo Stato.
(Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..