MALI
 
Mali: presidente Keita su uccisione militari, “nessun colpo di stato militare prevarrà”
 
 
Bamako, 07 ott 10:20 - (Agenzia Nova) - Il presidente maliano Ibrahim Boubacar Keita ha respinto le notizie circa un presunto colpo di stato dopo l’uccisione di 38 militari dell’esercito avvenuta la scorsa settimana in un duplice attacco a Boulkessy e Mondoro, vicino al confine con il Burkina Faso. “Nessun colpo di stato militare prevarrà in Mali. Non credo che questo sia all'ordine del giorno e possa preoccuparci. Siamo in guerra e quello che è successo a Boulkessy potrebbe purtroppo accadere di nuovo”, ha aggiunto Keita. Quello della scorsa settimana è uno degli attacchi più cruenti subiti dall'esercito maliano e dalla forza congiunta del G5 Sahel, che comprende le truppe di Mali, Mauritania, Burkina Faso, Ciad e Niger. La violenza islamista in Mali e nel nord del Burkina Faso è in aumento negli ultimi mesi, con centinaia di morti registrati dall’inizio dell’anno e oltre 150 mila sfollati a causa degli attacchi che si sono diffusi in tutta la regione del Sahel. Nel tentativo di contrastare l’insicurezza, lo scorso 14 settembre i leader dei paesi dell’Africa occidentale hanno tenuto un vertice straordinario a Ouagadougou al termine del quale hanno annunciato lo stanziamento di un miliardo di dollari per contrastare il terrorismo nella regione del Sahel. In Burkina Faso le stime prevedono che oltre 300 mila persone saranno costrette a sfollare entro la fine dell'anno, mentre in Mali oltre ai 310 mila sfollati e rifugiati ufficialmente registrati, 920 scuole sono rimaste non funzionanti alla fine dell'anno scolastico 2018-2019 nelle regioni colpite dalla crisi. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..