INFRASTRUTTURE
Mostra l'articolo per intero...
 
Infrastrutture: Diga rinascita, ambasciatore etiope al Cairo convocato in parlamento dopo fallimento colloqui (4)
 
 
Il Cairo, 07 ott 08:43 - (Agenzia Nova) - La diga, che sarà costruita dall’italiana Salini, è attualmente in fase di costruzione vicino al confine occidentale dell’Etiopia con il Sudan e una volta completata sarà la più grande dell’Africa, con un costo complessivo stimato di 4 miliardi di dollari, una capacità di 6.450 megawatt (Mw) per un volume totale di 74 mila metri cubi. Il progetto vede da mesi contrapposti Egitto, da una parte, ed Etiopia e Sudan, dall’altra, in relazione alla spartizione delle acque del fiume Nilo. Il nuovo ciclo di colloqui tecnici sugli impatti della diga Gerd è fallito dopo che nel settembre 2017 Addis Abeba ha respinto la relazione consegnata dalle società di consulenza francesi Brl e Artelia, che avvertivano dell'impatto negativo della diga etiope sul flusso dell'acqua del Nilo in Egitto e sulla produttività della diga di Assuan. Per questo motivo dal 2010 l’Egitto boicotta l'Iniziativa del bacino del Nilo, istituita con l’accordo di Entebbe firmato da sei paesi: Etiopia, Kenya, Ruanda, Tanzania, Uganda e Burundi. All’accordo non hanno tuttavia aderito l’Egitto e il Sudan, a causa della riassegnazione delle quote d'acqua del Nilo che sfavorirebbe questi due paesi. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..