AGRICOLTURA
Mostra l'articolo per intero...
 
Agricoltura: Condon (Bayer) a "la Repubblica Affari&Finanza", esiste l'agrochimica pulita
 
 
Roma, 07 ott 08:25 - (Agenzia Nova) - Quella che vede Liam Condon, è un'occasione storica. Da membro del Consiglio direttivo di Bayer e presidente della divisione Crop Science, la 'mente' agrochimica del gigante farmaceutico tedesco, il 50enne top manager irlandese non ha dubbi. "Siamo numeri uno al mondo in settori chiave come mais, soia, ortaggi, cereali, cotone e agricoltura biotech. Abbiamo quindi l'opportunità e la responsabilità di affrontare le sfide globali legate al cambiamento climatico, alla salvaguardia della biodiversità e alla sicurezza alimentare per garantire un futuro migliore per il nostro pianeta". Condon parla con "la Repubblica Affari & Finanza" dopo l'intervento che ha aperto il Future of Farming Dialogue 2019: l'appuntamento annuale organizzato da Bayer Crop Science nel suo centro di ricerca di Monheim dove centinaia di agricoltori, studiosi, esperti delle principali industrie del food e altri stakeholder sono giunti da ogni parte del mondo per confrontarsi sul futuro dell'agricoltura. Condon arriva subito al punto. "Siamo una società quotata e pensiamo ovviamente a fare utile, ma l'obiettivo è di riuscirci migliorando l'agricoltura con soluzioni sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale". È una scelta di campo, quella di Bayer. L'operazione di puntare su coltivazioni, sementi biotech e digital farm, rientra in un grande piano di riorganizzazione strategica del gruppo che si è concentrato principalmente su due aree di business: farmaceutica e agricoltura. A Condon, un passato in Schering, 13 anni in Bayer, di cui 4 in Cina, 5 lingue parlate fluentemente, è stata assegnata la guida della 'nuova frontiera' della multinazionale tedesca. "Abbiamo tre impegni ambiziosi da realizzare - dice ridurre l'impatto ambientale delle colture del 30 per cento, abbassare del 30 per cento le emissioni di gas serra prodotti dai sistemi di coltivazione, sostenere più di 100 milioni di piccoli agricoltori dei paesi in via di sviluppo con soluzioni agricole sostenibili e innovative". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..