IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: aggiornato a 93 morti il bilancio delle proteste antigovernative (3)
 
 
Baghdad, 05 ott 12:23 - (Agenzia Nova) - Secondo l’ayatollah Ali al Sistani, massima autorità religiosa dell’islam sciita dell’Iraq, il governo iracheno ha fallito nella lotta alla corruzione sollecitata dalla popolazione. “Il governo deve cambiare il suo approccio nell’affrontare i problemi del paese prima che sia troppo tardi”, ha affermato. Inoltre, Al Sistani ha condannato gli attacchi contro le manifestazioni pacifiche e ha messo in guardia dalle proteste non pacifiche in alcune città. L’ayatollah ha rinnovato la richiesta alle massime autorità dello Stato di formare una commissione indipendente, incaricata di ascoltare e esaminare le istanze della popolazione. Il leader religioso sciita iracheno, Moqtada al Sadr, ha chiesto ai parlamentari alleati della coalizione irachena antisistema al Sairoon (“In marcia insieme”) di boicottare i lavori della Camera dei rappresentanti fino a quando il governo non introdurrà un programma adeguato a rispondere alle esigenze dei cittadini. Le dichiarazioni di Al Sadr, il cui movimento politico vanta 54 seggi su 329 in parlamento, aggiungono ancora più pressione sul primo ministro iracheno Adel Abdul-Mahdi. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..