CIPRO
Mostra l'articolo per intero...
 
Cipro: ministero Esteri greco, nuove perforazioni Ankara contro “ogni senso di legalità” (8)
 
 
Nicosia, 04 ott 17:21 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Energia cipriota ha annunciato nelle scorse settimane che la decisione del governo di Nicosia di affidare la licenza per le attività di esplorazione degli idrocarburi nel blocco 7 della Zona economica esclusiva (Zee) al consorzio composto dall'italiana Eni e dalla francese Total rafforzerà la posizione delle due aziende nell'offshore dell'isola. Lakkotrypis ha inoltre affermato che a Total sono state concesse le licenze anche per i blocchi 2, 3, 8 e 9 della Zee cipriota, nei quali già era presente anche Eni. Total, ha indicato a fine luglio Lakkotrypis, riceverà dall'Eni una quota del 20 per cento nei blocchi 2 e 9; il 30 per cento nel blocco 3; e il 40 per cento nel blocco 8. "Crediamo che questo accordo rafforzerà il consorzio sia in termini tecnici ed economici, che geopolitici", ha affermato Lakkotrypis evidenziando che ciò aiuterà inoltre a garantire la continuità delle attività esplorative. Il governo di Nicosia ha inoltre concesso un'estensione di 12 mesi per le licenze nei blocchi 2, 3, 8, 9 e 11. "La Repubblica di Cipro sta andando avanti con i suoi piani energetici", ha dichiarato il ministro ricordando anche che, riguardo le provocazioni turche nell'area, "Nicosia ha preso azioni diplomatiche ed a livello legale". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..