SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Vecchione (Dis), Italia ha compiuto passi avanti su cybersecurity grazie a investimenti
 
 
Roma, 04 ott 15:15 - (Agenzia Nova) - L’Italia ha compiuto passi avanti nell’ambito della cybersecurity, anche grazie agli investimenti fatti, sia in termini di risorse umane che a livello finanziario. Lo ha affermato il prefetto Gennaro Vecchione, direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis), nel corso dell’audizione presso le Commissioni riunite Affari costituzionale e Trasporti, nell’ambito dell’esame del disegno di legge di conversione del decreto – legge n. 105 del 2019, recante disposizioni urgenti in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica. Come ha spiegato Vecchione, tale normativa rappresenta “una forma di tutela avanzata nel settore della sicurezza cibernetica”, considerata la “vera sfida” del futuro per la protezione degli interessi nazionali. Oggi, nelle parole del direttore generale del Dis, viviamo in un contesto globale nel quale è necessaria l’integrazione del quadro normativo al fine di affrontare le sfide globali, in un contesto di competizione geostrategica e geoeconomica “su cui si gioca il nostro futuro”. A ciò si deve anche aggiungere il tema dell’intelligenza artificiale, come ha rilevato Vecchione, illustrando come sia fondamentale accrescere le capacità di resilienza e prontezza nella risposta agli attacchi da parte del sistema di sicurezza nazionale. Il direttore generale ha altresì ribadito come “non esiste il rischio zero”, ovvero la capacità di non subire alcun attacco cibernetico. Fondamentale è quindi il perimetro di sicurezza nazionale, che coinvolga enti pubblici e privati, in particolare soggetti già abituati da tempo a svolgere attività di difesa e controllo sugli asset aziendali in termini di processi, organizzazione e personale. Proprio per questo motivo, ha aggiunto Vecchione, non devono spaventare gli eventuali costi per le aziende di tali misure: gli attacchi di cybersecurity, in termini di blocco totale delle funzionalità, “comportano danni di entità incalcolabile” per le società di grande livello. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..