SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Sudafrica-Nigeria, Buhari a Pretoria, rafforzare misure di sicurezza per stranieri residenti
 
 
Abuja, 04 ott 15:00 - (Agenzia Nova) - Il presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha sollecitato il "rafforzamento e l'attuazione" in Sudafrica delle misure di sicurezza necessarie a proteggere gli stranieri residenti nel paese. Lo ha fatto, riferiscono i media nigeriani, a margine dell'incontro tenuto ieri a Pretoria con l'omologo sudafricano Cyril Ramaphosa, nel quadro della visita di stato di tre giorni avviata nel tentativo di rilanciare le relazioni bilaterali dopo le violenze xenofobe scoppiate lo scorso mese nel paese dell'Africa australe. "Chiediamo il rafforzamento e l'attuazione di tutte le misure necessarie per prevenire la ripetizione di questi atti che minacciano non solo le nostre solide relazioni bilaterali, ma anche la nostra visione di un'Africa forte e prospera", ha detto Buhari. Il presidente nigeriano ha aggiunto che il suo governo condanna anche "i pochi incidenti che hanno preso di mira gli interessi economici sudafricani in Nigeria", mentre Ramaphosa ha espresso nuovamente "profondo rammarico per le violenze" che hanno colpito gli stranieri nel suo paese. Al termine dell’incontro, come riferisce su Twitter la presidenza del Sudafrica, i due leader hanno assistito alla firma di una serie di accordi di cooperazione nei settori del commercio, dell’industria, della scienza, della tecnologia, dell’arte, della cultura e del turismo. “Esortiamo i nostri uomini d'affari a sfruttare le opportunità disponibili. Abbiamo riaffermato la nostra visione comune di affermare il multilateralismo e la cooperazione sud-sud”, ha dichiarato Ramaphosa al termine dell’incontro. “Dobbiamo lavorare per aumentare e diversificare in modo significativo gli scambi tra le nostre due nazioni. È necessario promuovere legami tra i nostri due popoli”, ha detto il capo dello Stato sudafricano, che poi è tornato sulle violenze xenofobe esprimendo “profondo rammarico” per quanto accaduto. “Condanniamo fermamente ogni forma di intolleranza e non esiteremo ad agire contro ogni violenza. Abbiamo avuto l'opportunità di riflettere sulla violenza pubblica che ha avuto luogo e ci impegniamo ad affrontare le vere preoccupazioni della nostra gente sulle questioni di criminalità, disoccupazione e droga”, ha aggiunto. Al termine dell’incontro i due leader hanno inaugurato la riunione della Commissione bilaterale tra Sudafrica e Nigeria, giunta quest’anno alla 20ma edizione. “Questa è la prima sessione che si tiene a livello di capi di Stato. Questa riunione ci fornisce una piattaforma per rilanciare e approfondire ulteriormente le nostre relazioni politiche, commerciali, di investimento e interpersonali. I progressi che abbiamo fatto oggi sono incoraggianti e gettano una solida base per le relazioni future”, ha aggiunto Ramaphosa. Il presidente Buhari, da parte sua, ha chiesto al governo del Sudafrica di facilitare il clima degli affari fra i due paesi. “Abbiamo condannato gli attacchi ai nigeriani e ad altri cittadini stranieri africani. Condanniamo anche gli attacchi alle imprese sudafricane in Nigeria”, ha detto. La visita di Buhari è stata organizzata nel tentativo nigeriano di ricucire le relazioni con il Sudafrica dopo l’ondata di attacchi xenofobi verificatisi nelle scorse settimane nel paese dell'Africa australe e che hanno provocato la morte di 12 persone. Durante la visita, oltre a presiedere la riunione della Commissione bilaterale, incontrerà anche la comunità nigeriana che vive in Sudafrica. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..