SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Egitto, governo taglia i prezzi dei carburanti alla pompa
 
 
Il Cairo, 04 ott 14:30 - (Agenzia Nova) - Il Meccanismo di indicizzazione automatico dei prezzi (Apim) in Egitto ha ridotto i prezzi del carburante alla pompa di 25 centesimi al litro. Lo riferisce il ministero del Petrolio del paese arabo in un comunicato stampa. Il prezzo della benzina 80 ottani, il tipo di carburante più in uso, è sceso a 6,5 sterline egiziane al litro (36 centesimi di euro) da un precedente prezzo di 6,75 sterline fissato lo scorso luglio. Quello della benzina 92 ottani è invece diminuito a 7,75 sterline al litro (43 centesimi di euro) da 8 sterline. Il prezzo del carburante 95 ottani è sceso a 8,75 sterline al litro (49 centesimi di euro) da 9 sterline al litro. Infine, il prezzo dell’olio combustibile per fini industriali è stato ridotto a 4.250 sterline egiziane per tonnellata (237 euro) da un precedente livello di 4.450 sterline. "La diminuzione arriva alla luce del calo del prezzo mondiale del greggio a 62 dollari al barile nel periodo da luglio a settembre e del calo del tasso di cambio a 16,60 sterline per un dollaro nello stesso periodo di riferimento", ha spiegato l’Apim. Lo scorso mese di luglio i prezzi dei carburanti in Egitto erano aumentati in media del 37,6 per cento dopo l’ultimo taglio ai sussidi previsto al programma di riforme economiche promosso dal governo di concerto con il Fondo monetario internazionale (Fmi). Il costo vita nel paese delle piramidi è notevolmente aumentato dopo la “cura” dell’Fmi. Secondo l'agenzia statistica del paese Capmas, il tasso di povertà in Egitto è salito al 32,5 per cento nell'anno fiscale 2017-2018 (concluso lo scorso 30 giugno) dal 27,8 per cento registrato nel 2015. Il presidente dell’Egitto Abdel Fatah al Sisi ha recentemente promesso di rivedere il sistema dei sussidi alla popolazione meno abbiente dopo le recenti ondate di protesta. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..