COSTA D'AVORIO
Mostra l'articolo per intero...
 
Costa d'Avorio: scontri dopo condanna vicepresidente Pdci, almeno un morto e diversi feriti (3)
 
 
Yamoussoukro, 04 ott 12:08 - (Agenzia Nova) - In una dichiarazione firmata dal numero due del partito Maurice Kakou Guikahué, il Pdci ribadisce la sua disponibilità a tenere discussioni inclusive, al fine di procedere alla formazione di un organismo elettorale “imparziale e credibile”, in grado di condurre il paese ad elezioni “eque e veramente democratiche” nel 2020. Lo scorso 30 luglio il parlamento ivoriano ha approvato con 124 voti a favore e 78 contrari la legge sulla riforma della Commissione elettorale indipendente. A votare contro il testo sono stati i tre gruppi di opposizione (Pdci, Vox Populi e Rassemblement. La riforma prevede la riduzione dei membri della Commissione da 17 a 15: questi saranno formati da tre rappresentanti governativi, rispettivamente nominati dal capo dello Stato, dal ministero dell'Interno e dal Consiglio nazionale della magistratura, oltre che da sei rappresentanti della società civile, di cui tre del partito di maggioranza e tre dell'opposizione. Quest'ultima ha denunciato con forza lo sbilanciamento della commissione così rivista a favore della maggioranza, affermando che l'organismo "non è conforme" ai dettami della Corte africana dei diritti degli uomini e dei popoli (Cadhp). (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..