FINESTRA SUL MONDO
 
Finestra sul mondo: Usa, Barr chiederà a Zuckerberg interruzione piani di crittografia end-to-end delle app Facebook
 
 
New York, 04 ott 11:03 - (Agenzia Nova) - Il procuratore generale degli Stati Uniti, Bill Barr, insieme a funzionari del Regno Unito e dell'Australia, pubblicheranno una lettera aperta all'amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, nella quale si chiede alla società di ritardare i piani di crittografia end-to-end dei servizi di messaggistica, fino a quando Facebook non sarà in grado di garantire maggiore attenzione alla privacy senza intaccare la sicurezza pubblica. Una bozza della lettera, datata 4 ottobre e ottenuta dalla stampa Usa, sarà pubblicata insieme all'annuncio di un nuovo accordo di condivisione dei dati tra le forze dell'ordine degli Stati Uniti e del Regno Unito. "Le aziende non possono operare impunemente dove sono in gioco la vita e la sicurezza dei nostri figli, e se Zuckerberg ha davvero un piano credibile per proteggere gli oltre due miliardi di utenti di Facebook, è ora che ci faccia sapere di che si tratta", afferma Barr nella lettera. Nonostante la spinta del dipartimento di Giustizia, non vi è alcuna indicazione che i legislatori repubblicani o democratici siano interessati a perseguire una legislazione che imponga alle società tecnologiche di consentire a qualche forma di accesso del governo a comunicazioni crittografate (backdoor). Tale proposta appare sia politicamente che tecnicamente difficile, poiché varie commissioni congressuali hanno studiato la questione e ampiamente concordato sul fatto che non vi è alcun modo chiaro per imporre l'accesso senza incorrere in costi complessivi significativi per la sicurezza informatica, una visione condivisa dalla maggior parte delle società tecnologiche e degli esperti di sicurezza. (Sit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..