ECONOMIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Economia: Amendola a "Milano Finanza", sarà battaglia sui dazi
 
 
Roma, 04 ott 08:44 - (Agenzia Nova) - L'Italia "è un Paese la cui ricchezza è basata per un terzo sull'export. E' logico, quindi, che guardiamo a queste competizioni commerciali con molta preoccupazione. Siamo convinti che sia fondamentale negoziare e fare accordi". Vincenzo Amendola, ministro per gli Affari europei, a colloquio con "Milano Finanza" non nasconde la preoccupazione per le ricadute dei dazi per 7,5 miliardi che gli Usa potrebbero imporre sulle esportazioni europee, colpendo in particolare l'agroalimentare made in Italy. "Un braccio di ferro tra Paesi amici non porta a nulla. Ovviamente agiremo a livello europeo quando sarà pronta la lista dei dazi per capire quali sono le imprese colpite e come proteggerle. Il nostro sarà un approccio sempre negoziale, ma difenderemo, quando ce ne sarà bisogno, gli interessi nazionali colpiti". Il governo si è insediato a ridosso del Def. Il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, ha sottolineato come questo esecutivo abbia 'ripreso l'Italia per i capelli'. Cosa ci dobbiamo aspettare? "Il primo impegno di questo nuovo governo, in un piano che sarà pluriennale, è quello di chiudere con le clausole Iva, che sono 23 miliardi e che non solo ricadrebbero sui ceti più deboli, ma avrebbero un effetto non positivo sui consumi. Questo, in una fase di rallentamento dell'economia, sarebbe devastante. Pertanto il nostro primo impegno, ovviamente, era fermare l'aumento. Un costo salato che ereditiamo dal governo precedente. Ciò, però, ci permette di lavorare con serietà e credibilità anche a livello europeo". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..