USA
 
Usa: Trump ordinò rimozione ambasciatrice in Ucraina dopo lamentele degli alleati
 
 
Washington, 04 ott 01:00 - (Agenzia Nova) - Il presidente statunitense Donald Trump ha rimosso l'ex ambasciatrice degli Stati Uniti in Ucraina, Marie Yovanovitch, dopo le lamentele dei suoi alleati, incluso il fatto che stesse ostacolando gli sforzi per convincere i funzionari ucraini a indagare sull'ex vicepresidente Joe Biden. Lo riferisce il quotidiano “Wall Street Journal”. Il richiamo di Trump della Yovanovitch è un punto centrale nell'indagine di impeachment avviata dai Democratici, che è in gran parte centrata sulla conversazione del 25 luglio tra Tump e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, durante la quale il capo della Casa Bianca ha chiesto l'apertura di un'indagine su Biden, “congelando” in contemporanea centinaia di milioni di dollari di aiuti statunitensi. L'avvocato personale di Trump, Rudy Giuliani, ha dichiarato al ”Wsj” che Yovanovitch aveva mostrato un atteggiamento anti-Trump in conversazioni private ed era un ostacolo per indurre l'Ucraina a indagare su Biden e suo figlio, Hunter. Inoltre, secondo quanto riferito dal quotidiano, Giuliani ha consegnato al segretario di Stato, Mike Pompeo, un documento di nove pagine, datato 28 marzo, che includeva una cronologia delle trattative di Biden in Ucraina. Il documento descriveva anche Yovanovitch come "molto vicino" all'ex vicepresidente. (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..