UGANDA
 
Uganda: corruzione, arrestati 11 funzionari statali
 
 
Kampala, 02 ott 18:09 - (Agenzia Nova) - L'Unità anti-corruzione dell'Uganda ha arrestato e messo sotto inchiesta per corruzione undici funzionari statali. Lo riferisce la stampa locale, precisando che i fermi riguardano il personale dell'amministrazione locale e dell'ospedale di Moroto. Questi ultimi non hanno saputo giustificare una spesa di 300 milioni di scellini ugandesi (quasi 82 mila dollari) per presunte operazioni ospedaliere. Tra gli arrestati, la squadra agli ordini del tenente colonnello Edith Nakalema ha incluso il responsabile degli appalti distrettuali di Moroto, Joseph Maruk, ed il responsabile della sezione anticrimine locale, Judith Namatale. Il governo ha istituito di recente l'unità speciale anti-corruzione, con compito di riferire al capo dello Stato, nel quadro delle misure richieste dal presidente Yoweri Museveni per tenere una lotta senza quartiere alla corruzione nel paese: in un discorso tenuto a dicembre scorso, il presidente ugandese ha ribadito che il governo confischerà le proprietà dei funzionari che hanno sottratto risorse pubbliche alle casse dello Stato. "Tutti i beni appartenenti ai funzionari (corrotti) saranno confiscati", ha detto in quell'occasione Museveni parlando ad un evento organizzato a Kampala per promuovere la partecipazione dei cittadini nella lotta alla corruzione. Il capo dello Stato ha sostenuto la necessità di questa misura anti-corruzione per risanare il servizio pubblico, precisando che indagini preliminari saranno svolte sotto la sua supervisione per verificare la trasparenza dell'operato dei funzionari sospetti. Il governo ugandese aveva tentato già nel 2013 di assegnare alle autorità poteri capaci di confiscare proprietà illegalmente percepite da funzionari della pubblica amministrazione, ma il disegno di legge non aveva passato l'esame del parlamento. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..