MIGRANTI
Mostra l'articolo per intero...
 
Migranti: Grecia, inviate nuove navi per pattugliamento acque nell’Egeo orientale (3)
 
 
Atene, 02 ott 17:42 - (Agenzia Nova) - Il governo greco ha annunciato lunedì nuove misure per affrontare l’aumento degli sbarchi sulle coste del paese e alla luce dell’incendio di domenica al campo di Moira sull’isola di Lesbo, in cui hanno perso la vita una donna. La decisione è arrivata durante un Consiglio dei ministri convocato dal premier Kyriakos Mitsotakis per rispondere anche al sovraffollamento delle strutture di accoglienza nell’isole dell’Egeo Orientale. Tra le misure approvata, il rafforzamento del controllo delle frontiere e del pattugliamento marittimi. L’esecutivo ha inoltre reso noto che istituirà “strutture chiuse di pre-partenza” per le persone che sono entrate illegalmente in Grecia e non hanno diritto d'asilo (o alle persone la cui richiesta è stata respinta). L’esecutivo vorrebbe creare un elenco di paesi sicuri per le persone che sono entrate illegalmente nel paese. Inoltre, il governo ha dichiarato che decongestionerebbe le strutture di accoglienza sulle isole del Mar Egeo trasferendo i migranti sulla terraferma. Il governo ha affermato che cercherà di aumentare il coinvolgimento dell'Unione europea e dei principali governi europei nell'affrontare la questione. Nel frattempo, il ministro della Protezione dei cittadini greco, Michalis Chrysochoidis, ha presentato un progetto di legge volto a rafforzare la procedura di asilo per garantire che non vi siano scappatoie che possano essere sfruttate e che le domande respinte non vengano nuovamente presentate. (segue) (Gra)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..