SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Usa-Cina, vicesegretario Schriver, probabile discussione su Taiwan e Hong Kong con controparti cinesi
 
 
Pechino, 02 ott 15:45 - (Agenzia Nova) - Randall Schriver, vicesegretario alla Difesa Usa per gli Affari di sicurezza nella regione indo-pacifica, ha detto di aspettarsi che emergano le questioni di Taiwan e Hong Kong con le controparti cinesi durante la sua imminente visita in Cina, prevista per la prossima settimana. Lo riferisce la stampa taiwanese. "Immagino che il problema di Taiwan emergerà", ha detto il vicesegretario nel corso di un forum della Brookings Institution a Washington. "La nostra posizione è piuttosto coerente e chiara. Quindi, se sarà sollevata la questione, avrò l'opportunità di ribadire le nostre politiche e ciò di cui siamo preoccupati", ha dichiarato. Schriver ha aggiunto che è probabile che venga affrontata anche la questione di Hong Kong durante i suoi prossimi incontri a Pechino, a causa delle crescenti tensioni nell'ex colonia britannica. Ribadendo la posizione degli Stati Uniti, il funzionario ha affermato che Washington spera che la situazione possa essere risolta "in un modo che preservi i diritti, le libertà e la dignità del popolo di Hong Kong". "Non ci preoccupiamo dei livelli di protesta, ma della risposta ad essa e di ciò che sembra essere una mano sempre più pesante. Vogliamo vedere i diritti e le libertà fondamentali delle persone ripristinate", ha sottolineato. Riguardo all'aiuto degli Stati Uniti a Taiwan per contrastare la crescente pressione della Cina, Schriver ha affermato che il quadro fornito dalla legge Taiwan Relations Act offre a Washington un livello di flessibilità per fornire assistenza a Taipei. "Recentemente abbiamo preso alcune decisioni sull'assistenza alla sicurezza in linea con la legge e la crescente minaccia cinese", ha detto il funzionario, senza entrare nei dettagli. Schriver ha anche avvertito che "ci sono pochi dubbi" sul fatto che i cinesi cercheranno di intromettersi nelle elezioni presidenziali e legislative di Taiwan che si terranno nel gennaio 2020. "Con i metodi sempre più sofisticati di cui Pechino dispone per interferire nella politica di Taiwan attraverso i social media, Washington sta agendo per sostenere un partner democratico nello svolgimento di elezioni libere, eque e non coercitive", ha detto Schriver. (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..