MIGRANTI
 
Migranti: Lamorgese, su 855 persone da redistribuire solo 241 sono state trasferiti
 
 
Roma, 02 ott 14:18 - (Agenzia Nova) - Vi è un’esigenza di individuare “soluzioni tempestive ed efficaci” per quanto riguarda i ricollocamenti dei migranti che sbarcano in Italia e che dovrebbero essere redistribuiti in Europa "entro quattro settimane dall'arrivo" sulle nostre coste. Lo ha detto oggi il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in un’audizione alle commissioni Affari costituzionali e Politiche dell'Unione europea del Senato, in seduta congiunta con le omologhe commissioni della Camera dei Deputati, in vista della riunione del Consiglio dell'Ue in materia di Giustizia e Affari interni in programma il 7 e 8 ottobre a Lussemburgo. Nel 2018-2019, ha ricordato la titolare del Viminale, su un totale di 855 migranti da redistribuire l’Italia è riuscite a strappare promesse di ricollocamento per 673 persone. “Di questi 673, solo 241 sono stati effettivamente trasferiti”, ha sottolineato Lamorgese. Secondo il ministro, il pre-accordo raggiunto a Malta lo scorso 23 settembre, pur improntato su un sistema volontaristico, potrebbe cambiare questa situazione e rappresentare “una svolta decisiva nella prospettiva di una riforma del regolamento di Dublino”, che assegna la responsabilità dei migranti al primo paese di approdo. Secondo l’intesa, infatti, gli Stati membri dell'Ue che accetteranno di accogliere i migranti sbarcati in Italia “dovranno assumersi la responsabilità delle persone ricollocate”, mentre le persone suscettibili di ricollocamento “non saranno poste a carico del solo paese di sbarco”.
(Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..