NEPAL
Mostra l'articolo per intero...
 
Nepal: Camera dei rappresentanti accetta dimissioni presidente (2)
 
 
Katmandu, 02 ott 14:18 - (Agenzia Nova) - Nel 2007, quando era ministro dell’Informazione e delle comunicazioni, fu accusato di aver svenduto frequenze alla Nepal Satellite Telecom (ora Hello Nepal) e la commissione parlamentare Conti pubblici riscontrò elementi di corruzione. Fu accusato, inoltre, dell’appropriazione indebita di fondi destinati al mantenimento di ex combattenti maoisti. Nel 2010 emerse una registrazione audio, di cui l’interessato ha negato l’autenticità, in cui chiedeva a un cittadino cinese soldi “per comprare deputati”. Nel 2016 la Commissione per le indagini sugli abusi di autorità lo indagò per l’accumulo di beni sproporzionati rispetto alle sue fonti di reddito note. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..