KOSOVO
Mostra l'articolo per intero...
 
Kosovo: ambasciata Usa su elezioni politiche, Washington non sostiene alcun candidato (3)
 
 
Pristina, 02 ott 09:34 - (Agenzia Nova) - Il leader del Partito liberale serbo (Sls), Slobodan Petrovic, ha evidenziato la posizione difficile in cui si trovano i serbo kosovari: "Non abbiamo mai lavorato contro la Serbia o contro i cittadini serbi; ma non vogliamo essere obbedienti al regime", ha detto. Belgrado avrebbe aumentato le "pressioni" sui serbi kosovari affinché votino la Lista serba in vista delle elezioni anticipate del 6 ottobre in Kosovo. I tre partiti della minoranza serbo kosovara, unitisi nella coalizione Sloboda, hanno fatto sapere che Belgrado starebbe minacciando i serbo kosovari della possibile perdita di lavoro nel caso di mancato sostegno alla Lista serba. Nella ricostruzione dell'emittente "Radio Free Europe", le "pressioni" starebbero provenendo da alcuni "centri informali" della Serbia. "Abbiamo informazioni secondo cui un gruppo di persone vicine alla mafia e la mafia stessa sono riusciti a raggiungere il Centro ecologico presso il lago di Gazivoda", hanno denunciato alcuni rappresentanti della coalizione Sloboda. "Queste persone vogliono intimidire i serbi", hanno dichiarato parlando di "pressioni qui nel nord, sia dalle istituzioni del governo serbo che da alcune strutture criminali ben note alla polizia kosovara". (segue) (Kop)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..