KOSOVO
Mostra l'articolo per intero...
 
Kosovo: ambasciata Usa su elezioni politiche, Washington non sostiene alcun candidato (2)
 
 
Pristina, 02 ott 09:34 - (Agenzia Nova) - Il ministero degli Esteri del Kosovo ha bandito le visite nel paese da parte dei rappresentanti del governo di Belgrado durante il periodo della campagna elettorale in vista del voto del 6 ottobre. I partiti politici serbo kosovari che corrono alle elezioni anticipate del 6 ottobre in Kosovo, in alternativa alla Lista serba, non intendono cedere alle "pressioni" di Belgrado nonostante le "intimidazioni" ricevute. E' quanto denunciato da alcuni rappresentanti dei partiti politici serbo kosovari, che si sono uniti in una coalizione alternativa al principale schieramento della minoranza serba in Kosovo, ovvero la Lista serba, considerata più fedele alle direttive di Belgrado. Nenad Rasic, candidato del partito Sloboda, ha sottolineato che la loro campagna elettorale si sta svolgendo "in un'atmosfera di minacce e pressioni". "L'aggressività è aumentata ed è divenuta più brutale", ha dichiarato Rasic denunciando il fatto che la moglie di uno dei loro attivisti sarebbe stata interrogata e che le sarebbe stata comunicata la prossima cessazione del suo rapporto di lavoro. (segue) (Kop)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..