ITALIA-EGITTO
Mostra l'articolo per intero...
 
Italia-Egitto: Fico a "La Stampa", fare luce sul caso Regeni è doveroso
 
 
Roma, 02 ott 09:19 - (Agenzia Nova) - Abbraccia la famiglia di Giulio Regeni e sostiene la ricerca di verità e giustizia per il ricercatore ucciso in Egitto, lanciando dure accuse al regime di Abdel Fattah al Sisi. Roberto Fico a Trieste ha fatto l'università e all'università torna da presidente della Camera, per tenere una lectio magistralis sui valori della Costituzione in un ciclo di lezioni alla memoria del ricercatore ucciso al Cairo. Nel suo intervento Fico va giù duro contro l'Egitto: "Ad al-Sisi ho detto che uno Stato che mente a se stesso non è autorevole, non può entrare nel consesso internazionale, né può parlare davvero col nostro Paese. Sospendere le relazioni diplomatiche della Camera è stato un atto dovuto: non possono esserci relazioni politiche e commerciali se non si risolve questa vicenda". Dopo l'incontro, l'esponente M5S ha rilasciato una intervista a "La Stampa" e ne approfitta per incalzare i deputati su fine vita, taglio dei parlamentari e voto ai 16enni. Cos'ha detto a Paola Deffendi e Claudio Regeni? "Ho ribadito che lo Stato non li lascerà mai soli. Fare luce su quanto accaduto a Giulio è doveroso nei loro riguardi e per la dignità del Paese. I nostri inquirenti hanno fatto un lavoro eccezionale e bisogna andare avanti. Si possono raggiungere risultati se tutte le istituzioni lavorano in modo compatto". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..